scarliniPAROLE PER IMMAGINI, IMMAGINI PER PAROLE di e con Luca Scarlini. Molti artisti hanno scritto poesie e verbalizzato in modo diverso la loro immaginazione visiva. Gli esempi tra ‘800 e ‘900 sono moltissimi...

Parole per immagini, Immagini per parole una conferenza-spettacolo di Luca Scarlini 

Parole per immagini, Immagini per parole

Molti artisti hanno scritto poesie e verbalizzato in modo diverso la loro immaginazione visiva. Gli esempi tra ‘800 e ‘900 sono moltissimi, in specie negli accidentati territori delle avanguardie, altrettanti esempi di un tempo in cui i creatori si proponevano continuamente di superare i limiti imposti dalle forme riconosciute, dai generi comunemente intesi. Luca Scarlini racconta questo nodo, affascinante quanto spesso ignorato, oppure presentato come insolita eccezione, della cultura recente, collegando visioni a parole, a partire dal repertorio di tre straordinarie personalità italiane. Filippo De Pisis, straordinario comunicatore di epifanie metafisiche e dei turbamenti dell’eros che divampano nell’immagine esplosiva di un fiore o di un ragazzo, Scipione, testimone di una Roma decadente, incarnata dalla sua sfatta e ammiccante cortigiana che domina il Cupolone e Benedetta Marinetti, straordinaria elaboratrice di romanzi che sono poemi in prosa, tra lampi di aeropittura e esplorazioni della psicologia.

Luca Scarlini

Luca Scarlini è nato a Firenze nel 1966, si occupa di drammaturgia contemporanea e di letteratura comparata. Insegna Tecniche Narrative presso la Scuola Holden di Torino e traduce dall’inglese e dal francese per varie case editrici tra cui ADN-Kronos e Fazi (alcuni titoli: Medea di Robinson Jeffers, Perché John Lennon porta la gonna? di Claire Dowie, Sparkleshark di Philip Ridley con Barbara Nativi). Collabora con numerose istituzioni teatrali italiane come consulente letterario e traduttore (Teatro Stabile di Parma, Link di Bologna, Teatro Regio di Torino, Festival Intercity di Sesto Fiorentino, National Theatre di Londra). Come storico dello spettacolo, attività che svolge in qualità di professore free-lance in varie Università europee, ha pubblicato numerosi interventi sulla drammaturgia contemporanea in riviste e volumi, tra cui Un altro giorno felice, La fortuna del teatro di S. Beckett in Italia dal 1953 ad oggi. Scrive regolarmente sulla rivista L’Indice come recensore di libri di teatro e spettacolo.

 

Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 10 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen