uacs2Ultimo Attuale Corpo Sonoro Memorie e Violenze di Sant'Isabella Io so ma non ho le prove, così intonano in "Empirismo Eretico" gli Ultimo Attuale Corpo Sonoro...

uacs2Ultimo Attuale Corpo Sonoro

Memorie e Violenze di Sant'Isabella

Io so ma non ho le prove, così intonano in "Empirismo Eretico" gli Ultimo Attuale Corpo Sonoro, citando un Pierpaolo Pasolini prossimo alla morte, nella tragica notte dell'Idroscalo di Ostia. E' una nuova musica di denuncia quella concepita dalla formazione della provincia veronese, una poesia che reclama l'avvento di uno stato laico, riprendendo quasi in slow motion - tra parafrasi e capitoli di storia contemporanea – l'Italia delle grandi contraddizioni. Poesia musicata in un atto decadente, più che un manifesto cartoline dal paese che non c'è. Il paese delle grandi menzogne. "Memorie e Violenze di Sant'Isabella" è la seconda prova sulla lunga distanza di questa formazione (la prima ad essere pubblicata e distribuita), che conosce i suoi natali agli albori del 2003, raccogliendosi finalmente attorno ad un solido nucleo che oltre ad inseguire le più belle pagine del cantautorato italiano porta con sè la fascinazione per il più dilatato rock d'oltreoceano e continentale, quello che sommariamente etichettiamo come post-rock, ma che in realtà ha rappresentato uno dei momenti più alti e romantici del nostro tempo scandito in musica. Da una parte il lirismo evocativo di Faust'O, dall'altra le recrudescenze elettriche di label che hanno reso il rock dei giorni nostri affare quasi metafisico, con un pensiero in particolare alla canadese Constellation, riconosciuta dagli stessi autori come una zona franca cui guardare.

L'Italia degli ultimi cinquant'anni, Pier Paolo Pasolini, lo stragismo del potere, l'amore di Nazim Hikmet, la biografia di Rimbaud romanzata da Kerouac. Violenza post-moderna come unica via per riconciliarsi con la Nostra memoria storica. Ultimo Attuale Corpo Sonoro cerca di convincere; di convincere chi non ha ancora capito; e di convincere chi non ha voluto capire. Perché il tempo è ora. E perché ora è il tempo.

Esistono dei trascorsi notevoli nella giovane carriera del gruppo, l'idea di affiancare musica e poesia è stato sempre un pallino, come accadde nel momento del grande incontro 'sospeso' tra Pier Paolo Pasolini e Giovanni Lindo Ferretti, all'interno del volume di raccolta di poesie che accompagna il disco compilation titolato "Terra in vista". Nell'occasione gli UACS si cimentano in due pezzi: la riproposizione di "Memorie di una testa tagliata" del Consorzio Suonatori Indipendenti e "Ultima lettera al Millenovecentosettantacinque", brano inedito dedicato all'intellettuale assassinato ad Ostia, che verrà successivamente ripreso nel nuovo album. A supporto del progetto, gli Ultimo Attuale Corpo Sonoro hanno suonato all'auditorium della chiesa di San Pio X di Verona, collaborando con l'attore Daniele Partelli.

La carriera del gruppo è attraversata da capovolgimenti di fronte e rotture, rispecchiando paradossalmente la natura delle liriche e l'imprendibile volatilità dei suoni di volta in volta liberati dalle corde. Inciso nell'estate del 2007 presso l'associazione culturale Emporio Malkovich, il secondo album della band viene finalizzato dopo un metodico periodo di missaggio e post produzione, grazie all'aiuto prezioso di Alessandro Longo e Martino Modena. "Memorie e violenza di Sant'Isabella" non è dunque da considerarsi un parto facile, tutt'altro. È la messa a punto di un progetto che in oltre 5 anni di esistenza ha portato a raccogliere piccole/grandi soddisfazioni come a registrare lotte intestine, che mai inficieranno sul risultato finale dell'opera.

Una nuova spinosa realtà del rock autoctono, gli UACS bagnano la propria musica in una spirale elettrica, fatta di gradini emotivi, riavvolgendo all'indietro il nastro della tradizione folk del nostro paese, raccontando con fermezza un'altra storia.

il sito degli UACS

Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 12 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen