Interviste

Enzo Fileno Carabba

La prima volta che ho tenuto un corso di scrittura dalle parti di Arezzo è stato a Capolona. Venne a trovarmi Marco Brogi, il sindaco. I miei contatti precedenti, ma anche successivi, con sindaci e altri amministratori in altre zone d'Italia, sono sempre stati abbastanza laboriosi. Nel senso che spesso il sindaco (magari giustamente, non lo so) tende a darsi una certa importanza. Invece il sindaco di Capolona arrivò e con grande semplicità mi propose di tenere un corso di scrittura in quel piccolo centro, cosa che ho fatto per diversi anni con...

Leggi tutto: Intervista a Enzo...

Marco Vichi

Arezzo ormai è la mia seconda città, magari prima o poi farò domanda per avere la nazionalità aretina. Ogni volta che ci torno sento di avere un'affinità particolare con questi luoghi. Soprattutto ha un fascino incredib ile la zona del Chianti, tra il Valdarno e il Senese, un contesto fuori dallo spazio e dal tempo. Il mio rapporto con Arezzo è iniziato diversi anni fa, quando un giorno ricevetti una telefonata da Federico Batini: mi chiedeva di sostituire uno scrittore influenzato per chiudere un ciclo di corsi di scrittura. Quelle lezioni erano per me le prime...

Leggi tutto: Intervista a...

Giampaolo Simi

Ai corsi di scrittura mi porto spesso dietro un perfido libriccino di Fabio Mauri con una gustosa introduzione di Umberto Eco. Si intitola “I 21 modi per non pubblicare un libro” e lo estraggo non appena mi viene formulata la consueta domanda: “come si fa a pubblicare con un grande editore, o perlomeno con un editore serio?”. Non pensiate che io sia crudele. Crudele è chi illude consapevolmente i propri simili. Me lo porto dietro perché in quel libriccino c'è scritto anche come si fa a pubblicare. Che è poi la ragione di un'esperienza come quella della Scuola di Narrazioni Arturo Bandini...

Leggi tutto: Intervista a...

Luca Scarlini

Tanto per cominciare c’è un fatto su cui non sempre si riflette adeguatamente: le città hanno un tasso di esistenza pari solo a quello di inesistenza. Chi me lo conferma infatti che la rinomata e affollata fiera dell’antiquariato si svolga davvero da quaranta anni nelle strade ridenti (anche se un po’ scurette,  anziché no) del borgo medievale perfettamente conservato? E se fosse solo il set di una fiction di argomento medievale, di una Pia dei Tolomei che avesse abbandonato per qualche motivo la Maremma in cui “si disfece”?...

Leggi tutto: Intervista a Luca...

Altri articoli...

  1. Quattro domande ai docenti
Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen