02Mosaico Mediterraneo - Corso Danza/Teatro
Le assonanze e la comune radice espressiva dei popoli del bacino Mediterraneo hanno ispirato la creazione di un metodo didattico che oltre al potenziamento delle tecniche porterà i partecipanti ad incrementare i propri mezzi fisici, mentali ed emozionali, attraverso esercizi corporei, recitazione, movimento espressivo e training di danza. Per mezzo dell'improvvisazione, la trasposizione, le personali interpretazioni, i contesti tematici proposti (Tarantismo, Misteri Orfici Dionisiaci, Mito, Tragedia Greca), il corso introdurrà e approfondirà il "racconto simbolico" inteso come rito comune e sintesi delle emozioni della vita...

videodanzaMosaico Mediterraneo

Corso Danza/Teatro

Il corso sarà tenuto da Gianni Bruschi e Achai Lombardo Arop

Le assonanze e la comune radice espressiva dei popoli del bacino Mediterraneo hanno ispirato la creazione di un metodo didattico che oltre al potenziamento delle tecniche porterà i partecipanti ad incrementare i propri mezzi fisici, mentali ed emozionali, attraverso esercizi corporei, recitazione, movimento espressivo e training di danza. Per mezzo dell'improvvisazione, la trasposizione, le personali interpretazioni, i contesti tematici proposti (Tarantismo, Misteri Orfici Dionisiaci, Mito, Tragedia Greca), il corso introdurrà e approfondirà il "racconto simbolico" inteso come rito comune e sintesi delle emozioni della vita.

02Lavorando su entrambi i percorsi, tecnico ed espressivo, il corso propone l'obbiettivo di risvegliare l'istintività naturale di ognuno, attraverso una rinnovata presa di coscienza del proprio corpo, dei corpi attorno a noi e della terra che da sempre ci sostiene. Il corso si basa sullo studio delle pratiche tecnico-espressive di base, comuni alle danze della cultura rituale e tribale di diversi popoli (dall'India al Medio Oriente, dal Nord Africa al sub-Sahara dall'Andalusia al sud Italia), rielaborate per la scena contemporanea.

Il corso è aperto a tutti gli interessati e sarà tenuto da Gianni Bruschi e Ashai Lombardo Arop

CONTENUTI

  • Riscaldamento corpo/voce
  • Lo spazio
  • Il tempo (il ritmo, il tono, il volume)
  • Il corpo (azione/reazione)
  • La relazione (lavoro individuale, in coppia, in gruppo, trasposizione)
  • Introduzione al linguaggio teatrale: coro e corifeo
  • Esercizi di respirazione, fonazione ed emissione.
  • Esercizi sulla coscienza e memoria del corpo.
  • Esercizi sulla postura e la sua influenza sulla voce.
  • I passi, le figure e le modalità di improvvisazione della danza tradizionale italiana: tarantella del Gargano, pizzica salentina, tammurriata campana, danza d'espressione africana
  • La postura del corpo
  • Preparazione di una performance finale
  • Esperienza di messa in scena

TEMPI, FREQUENZA E COSTI DELLE LEZIONI

Durata del corso: ottobre 2010 – maggio 2011

Saggio di fine corso: giugno 2011

Frequenza lezioni: 1 lezione settimanale di 2 ore

lunedì dalle 20.30 alle 22.30

Costo: 70 € mensili + 10 € di quota associativa annuale (una tantum)

Sede: sale di teatro e danza del "Dopo Lavoro Ferroviario" piazzale della Repubblica 2, Arezzo (Appena fuori della Stazione Ferroviaria)

I CORSI INIZIANO AD OTTOBRE

I corsi di teatro della Scuola di Narrazioni "Arturo Bandini di Nausika iniziano ogni anno ad ottobre. Per avere maggiori dettagli o parlare direttamente con gli insegnati contattaci per mail o chiama lo 0575 380468 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00. Scarica il modulo d'iscrizione

gianniGianni Bruschi cantante e attore, si è laureato in materie letterarie e storia del teatro e dello spettacolo presso l'Università di Siena. Ha ottenuto il diploma di qualifica al "Corso biennale di formazione professionale per Operatore Teatrale in contesti didattici e formativi" promosso dalla Provincia di Arezzo, la qualifica in "Esperto di Formazione" presso l'Associazione Pratika, corso riconosciuto dalla Provincia di Arezzo su profilo professionale della Regione Toscana. E' Membro della Fondazione Euromediterranea per il Dialogo tra le Culture "Anna Lindh". E' Membro dell' International Dance Council CID dell'UNESCO. Ha frequentato seminari di formazione e preso parte a produzioni con Franco Di Francescantonio, Loriano della Rocca (Cricot 2 di Tadeusz Kantor) Han Arai (Han Mime Kobo – Tokyo), di Robert Cacioppo (Florida USA), Gabriella Bartolomei, Hazel Carey (Black Theater), Giulia Lazzarini (Arta – Parigi), Centro Nazionale Teatrale di Sergio Pisapia Fiore, Kevin Krawford (Roy Art Thèatre) ed altri. Ha effettuato seminari con la Berkley School of Music di Boston presso Umbria Jazz e studiato canto Spiritual/Gospel con Nehemiah Brown, Laverne Jakson e Cheryl Porter. 1999/2001 Lavora per Cauchemar Concret Teatro di Loriano della Rocca nel progetto Kantor 2000, Bologna. Ha tenuto concerti con Silvano Grandi, Lalla Morini, Perugia Big Band, Nehemiah Brown & The Gospel Tree, G. Bruschi Jazz Quartet. E' ideatore e cura la direzione artistica del Progetto Terìaca/Scuola di Narrazioni di Nausika che ha collaborato con la "Scuola di Tarantella e danze Popolari del Mediterraneo" fondata da Eugenio Bennato. Il progetto Terìaca/Mosaico Mediterraneo si è sviluppato dal 2003 attraverso laboratori e seminari spettacolo sulla cultura etnopopolare Mediterranea (grazie anche al sostegno della Comunità Europea e la Fondazione Euromediterranea Anne Lindh per il Dialogo tra Culture) svolti sia in Italia che all'estero in collaborazione con: Association Romans International – Francia, Association Daqqa Roudania – Marocco, Asssociation Art et Jeunesse Eljem – Tunisia, Ecole de Sfax di Kolua Kamoun - Tunisia, Las Migas – Spagna, Zhora Lajnef Groupe – Tunisia e Accademia dell'Arte di Arezzo. Alcune partecipazioni: Roma - Auditorium Ennio Morricone (2003), Eljem/Tunisia - Festival International Découvertes Tunisie 21 (edizioni 2003, 2005, 2006, 2007, 2008), Romans Sur Isère – Francia - Oasis du Carnaval de Romans (2004), Taroudannt/Marocco - Festival de Taroudannt (2004), Alessandria d' Egitto - "Rassegna: Italie à Alexandrie" - Teatro Garage (2005), Tirana/Albania - Teatro dell'Opera e del Balletto (2006), Patrasso – Grecia - Patras Europian Capital of Culture (2006), Arezzo Festival (edizioni 2007, 2008, 2009, 2010), Festival Narrazioni Poggibonsi (edizioni 2008, 2009) e Play Art Festival 2007. Ha collaborato con musicisti e danzatori dell'area mediterranea come: Hicham Halimi - Medhi Nigga / Daqqua Roudania - Marocco, Gilles Coullet - Hocine Boguerra / Francia, Jorge Diaz Rodriguez - Isabelle Laudenbach - Lisa Bause - Sílvia Pérez Cruz / Spagna, Zohra Elajnaf - Ayoub Elajnef - Hassin Ben Miloud - Raoued Rhouma / Tunisia. Attualmente lavora nei progetti di formazione e spettacolo per la Scuola di Narrazioni di Nausika e sempre per la Scuola di Narrazioni come docente di voce e teatro presso l'Accademia dell'Arte – Performing Arts in Italy.

lombardoAshai Lombardo Arop è danzatrice, laureata al DAMS di Bologna indirizzo teatrale, con una tesi sperimentale in antropologia della danza. La sua ricerca spazia fra le danze più diverse, indagando il legame storico, sociale ed espressivo che le unisce. In ambito coreico intraprende un percorso di studio interdisciplinare, approfondendo con dedizione diversi stili: dalle danze popolari del sud Italia al flamenco, dalla danza africana tradizionale alla danza contemporanea (floor work, release technique). Ha elaborato uno stile personale di danza che unisce la Tammurriata campana con le movenze estatiche delle danze di derivazione africana, che ha chiamato "Tammurriata nera" ed una tecnica di etnocoreutica pratica, che parte dalle danze di derivazione ritual-popolare-tribale, utilizzando il respiro come filo conduttore fra il sacro e il profano, il corpo e l'anima. Ha partecipato come danzatrice solista a diversi eventi, tra i quali: Womajazz Festival (Prato), Sarajevskazima (Sarajevo, Bosnia), Festival del Mediterraneo di Montpellier (Francia), Festival delle Culture (Bologna), 2° Anniversario dell'Archivio Sonoro Canzone Napoletana (Auditorium RAI - Napoli), il programma Geo & Geo, Afroscopia (AMANI for Africa), Leuciana Festival (Caserta). E' stata vincitrice con il gruppo Cathartica Mediterraneo del Premio Nazionale per la Musica Etnica "Terre in Moto 2006". Ha danzato per Nuova Compagnia di Canto Popolare, Marcello Colasurdo, Terìaca, Carlo Faiello, Teresa De Sio e Raiz degli Almamegretta. Attualmente collabora con diversi artisti e gruppi, tra i quali Su-She-Duo (Irene Robbins, Keiko McNamara), La banda di piazza Caricamento, Associazione Nausika, Accademia dell'Arte di Arezzo, Associazione Belleville Teatro, continuando a portare avanti progetti personali. E' presidente dell'Associazione Culturale Danzemeticce, nata per la diffusione della danza come veicolo transculturale. A Bologna insegna danza, scrive per il "Il Tamburo", giornale nato per l'immigrazione e l'intercultura ad opera dell'associazione Felsimedia, e ha recentemente partecipato, con alcuni ricercatori dell'università di Bologna, ad un libro di prossima pubblicazione, con un intervento sull'uso della danza come veicolo interculturale.

Le testimonianze dei nostri allievi:

Caro Gianni, sono ritornata a scuola ora e ballo ogni giorno. Ho cambiato interamente la mia prospettiva sulla danza dopo che ho lavorato con te e Francesco in Italia. Sento che ora ho molta più capacità di differenziare le emozioni attraverso il movimento ed una nuova intensità nella prestazione. Grazie, grazie di questo regalo per la mia danza.

Fetzer Emeri - Goucher University USA

Caro Gianni, volevo ringraziarti di nuovo per il meraviglioso corso. Mi hai davvero insegnato tantissime cose sulla tarantella e su me stessa. Ho amato ogni momento delle tue lezioni e non riesco a credere a quanto sia volato velocemente il semestre! Terrò sempre con me quello ho imparato da te. Grazie per la bellissima esperienza. Spero che resteremo in contatto e che potremo rivederci in futuro

Lo Guercio Micelle - DeSales University USA

Volevo soltanto dirti quanto ho amato questo programma, specialmente le tue lezioni. Essere lì mi ha permesso veramente di liberare me stessa come ballerina e di sperimentare in pieno cosa rappresenta per gli italiani la tarantella. E' stata la più bella opportunità, quella di poter ballare così liberamente e mettermi di nuovo in contatto con me stessa. E' stato grandioso esibirsi di fronte a tutto quel pubblico a Cortona ed essere presenti, e divertirsi. Le tue lezioni mi hanno aiutata a ritrovare me stessa e a stare in contatto con la danza più di quanto abbia fatto in precedenza. Grazie di tutto quello che hai fatto per me, sostenendomi sempre e per essermi stato d'ispirazione. Ringrazia anche Francesco da parte mia!

Maglio Brittani - Muhlenberg College USA

Lavorare con te questo semestre è stato veramente un dono ed una benedizione. Spero che questa sia la prima di molte collaborazioni. Grazie per essere sytto un mentore, insegnante ed amico.

Erik - Muhlenberg College USA

L'atelier è stato molto laborioso ma l'atmosfera che regnava nella sala era particolare... come se ognuno di noi avesse ritrovato un luogo che gli era familiare dopo molti anni. Comincio veramente ad amare tutto questo, entrare nel mondo dell'arte e della memoria.

Alice, Romans International - France

E' veramente incredibile vedere in due giorni i nostri esercizi trasformarsi in un vero e proprio spettacolo. I pezzi del mosaico stanno prendendo posto ancora più facilmente grazie anche al talento dei musicisti

Koauther, Art et Jeunesse El Jem – Tunisia

Lo spettacolo è passato, la pressione ridiscesa. E' stato un momento magnifico, il pubblico era con noi sotto il fascino della Tarantella, le donne gridavano gli uomini applaudivano e noi danzavamo trasportati dall'emozione. Il sudore il battito del cuore, la musica, la danza, tutti gli ingredienti erano là per uno spettacolo indimenticabile. Venti giorni a danzare e cantare, a riscoprire le nostre origini a condividere a scambiarci in un incontro unendo quattro paesi e due continenti

Sarha, Dakka Roudania - Maroc

Questa esperienza resterà per sempre nel mio cuore. Sono molto contenta di ieri e di quello che abbiamo fatto: ho passato dei giorni magnifici con tutti gli amici italiani, francesi, tunisini e marocchini. Grazie a tutti, grazie a Gianni, a Hamid Ettais e spero che la nostra amicizia resti sempre molto forte.

Nidal, Dakka Roudania - Maroc

Grazie per averci accolto con questo calore e questa generosità, vorrei ringraziare tutti gli italiani che ci hanno donato il loro sostegno artistico e morale al fine di realizzare una creazione teatrale di sì grande valore umano.

Houda, Dakka Roudania - Maroc

Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 37 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen