Narrazioni 2006 - Artisti

Valerio Varesi è nato a Torino nel 1959 da genitori parmensi. Cresciuto nella città emiliana, ha studiato filosofia a Bologna, laureandosi con una tesi su Kierkegaard. Dall’85 fa il giornalista e attualmente è redattore di «Repubblica». Dopo l’esordio nel ’98 con il thriller Ultime notizie di una fuga (Mobidick) — liberamente tratto dal famoso caso Carretta —, ha pubblicato Bersaglio l’oblio (Diabasis, 2000) in cui compare la figura del commissario buongustaio Soneri. Contemporaneamente è uscita la raccolta Aelia Laelia Crispis (Diabasis), redatta assieme ad altri undici scrittori — tra cui Pederiali, Manfredi, Barbolini e Montanari — e ispirata alla misteriosa lapide bolognese omonima che tanto incuriosì Gérard De Nerval.

Nel 2002 è arrivato il terzo libro: Cineclub del mistero, edito da Passigli nella nuova collana di thriller e noir diretta da Raffaele Crovi. Il libro, che ha riscosso un discreto successo di critica e di pubblico, ha vinto il premio Fedeli organizzato dal sindacato di polizia Siulp e assegnato da una giuria mista composta da poliziotti e da critici. Quest’anno Varesi ha pubblicato Il fiume delle nebbie, edito da Frassinelli. Il romanzo, un noir di ambientazione padana (si svolge lungo le rive del Po), è tuttora candidato alla cinquina del più prestigioso premio di narrativa italiano, lo Strega. Nell'agosto 2003, nella collana Biblioteca parmigiana, esce Il labirinto di ghiaccio — il primo romanzo di Varesi in cui non compare il commissario Soneri.
Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 12 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen