Eventi - Incontri con scrittori, Cene letterarie, Lunedì da leggere...

Libri e diversità

strisci

5 incontri con scrittori nei quali vengono affrontati temi di estrema attualità e, attraverso questo approccio, si stimolerà la discussione e  l'approfondimento sulle tematiche affrontate dai volumi stessi.

Divèrso dal latino DIVÈRSUS, che propriamente significa vòlto altrove, voltato in altra parte e traslativ. opposto, contrario, da DIVÈRTERE (supin. DIVÈRSUM) volgere in altra parte, allontanarsi, composto della partic. DI(S) da [indicante allontanamento] e VÈRTERE volgere e fig cangiare, mutare, trasformare (v. Vertere e cfr. Divertire). Che nella sostanza o nella natura è altro dalla cosa, con che si paragona, o di cui si discorre; Differente, Vario.

strisci

Libri e diversità

Tutti gli incontri sono gratuiti e si svolgeranno alle 18.00

5 incontri con scrittori nei quali vengono affrontati temi di estrema attualità

13 maggio (Teatrino del Circolo Artistico) Franco Buffoni presenta Zamel

19 maggio (Biblioteca Città di Arezzo) Camilla Trincheri presenta Cercando Alice

26 maggio (Biblioteca Città di Arezzo) Chiara Valerio presenta La gioia piccola d'esser quasi salvi

4 giugno (Sala del Consiglio Comunale) Patrizia Lisi e Ugo Albano presentano La dignità nel morire. Intervengono l'on. Donella Mattesini e Mina Welby

9 giugno (Teatrino del Circolo Artistico) Patrizia Ciava presenta Il diritto di vivere

All'interno delle parole troviamo, cercando, più significati di quelli che conosciamo.

La ricerca incessante e ostinata dei significati che ciascuno attribuisce alla propria esistenza e a quella degli altri non fermandosi al significato apparentemente definitivo che possiamo trovare nell'etimo di diverso. Quello che ci è opposto, contrario è come bollato con un marchio indelebile che dice che non vi è affinità, nessun punto di contatto. Nelle campagne toscane, i vecchi e qualcuno lo dice ancora, si diceva "Quello non m'è compare".

Sempre più assistiamo all'ampliarsi del dibattito sulla diversità, sulle diversità. Colore della pelle, sesso, religione, orientamento sessuale, cultura, cibo, classi sociali rappresentano nella stampa e nella tv argomenti che accendono gli animi, sempre più se ne parla e sempre più emergono sacche di ignoranza generalizzate e trasversali che si nutrono di emozioni e demagogia.

Pare essere svanito l'interesse per le persone. Quest'interesse riappare nell'ascolto e nel contatto con l'altro, in quei rari momementi in cui ciascuno riesce ad immergersi nei panni di chi parla.

Lo strumento principale che abbiamo per vivere le vite altrui rimane il libro; non aggiunge facce, voci, e particolari, ci obbliga a costruire tutto quanto, a essere pienamente altro da noi.

LE CENE DA OLGA

Il giorno giovedì 13 maggio in occasione dell'incontro con Franco Buffoni per la presentazione del romanzo Zamel ed il giorno venerdì 4 giugno in occasione dell'incontro con Patrizia Lisi e Ugo Albano per la presentazione del volume La dignità nel morire con la partecipazione dell'on. Donella Mattesini e Mina Welby sarà possibile cenare con gli ospiti presso il ristorante Olga & Albano in Via Crispi.

La cena è aperta ai soci Nausika (è possibile richiedere la tessera la sera stessa con un contributo di 10 €) ed il prezzo è di 15 € (un primo, un secondo e contorno a scelta).

Per prenotare Associazione Nausika 0575 380468

Franco Buffoni, Zamel, 2009, Edizioni Marcos y Marcos

zamelIl libro: Nabil si sente insultato, quando Aldo lo chiama "zamel", frocio, dopo aver fatto l'amore con lui. Reagisce con violenza, lo uccide. Un epilogo tragico della nuova vita in Tunisia che Aldo aveva sognato come rifugio per sé, omosessuale che si riteneva "sbagliato". Tra grigliate di pesce, incroci di sguardi amorosi e chiacchierate sulla spiaggia, l'amico Edo aveva tentato di convincere Aldo che non esiste colpa o malattia ma una libertà sessuale da affermare, diritti da acquisire. Ma i fantasmi culturali di Aldo sono duri a morire. Note biografiche: Franco Buffoni esordisce come poeta nel 1978 su Paragone presentato da Giovanni Raboni. Tra i lavori più recenti Guerra (Mondadori 2005, Premio Dedalus della critica e Premio Pasolini), Croci rosse e mezze lune (Quaderni di Orfeo, Como 2007), Noi e loro (Donzelli, Roma 2008). È tradotto in inglese, francese, tedesco, spagnolo, olandese. Premio Nazionale per la Traduzione della Presidenza della Repubblica (1993) e Premio per la Cultura della Presidenza del Consiglio (1998), dal 1994 collabora con il Servizio di Promozione del Libro e della Lettura presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. È professore ordinario di Critica Letteraria e Letterature Comparate.

Camilla Trincheri, Cercando Alice, 2010, Edizioni Marcos y Marcos

aliceIl libro: Lei aveva lasciato gli Stati Uniti per amore, seguendo il marito in Europa in pieno nazismo. Ora che il sogno d'amore è finito si vede negare anche la libertà di movimento, il desiderio di allontanarsi con i figli da una guerra che sente profondamente ingiusta. Bloccata nella Roma fascista Alice tenta di difendere la famiglia che le resta, di mantenersi lucida e combattiva nonostante tutto. Fugge verso la Svizzera e la libertà, ma scompare nel nulla in una notte gelida, mentre valica le montagne con le figlie Susan e Claire. Dodici anni dopo quella tragica notte, Susan aspetta un figlio. Ha bisogno di fare chiarezza sulla fine misteriosa di sua madre. Vuole sapere. Note biografiche: Camilla Trinchieri è una scrittrice italiana naturalizzata statunitense, figlia di padre italiano e madre americana. È nata a Praga e, grazie al mestiere del padre diplomatico, ha avuto la possibilità di girare il mondo. Dopo la laurea conseguita al Barnard College di New York si trasferisce a Roma, dove ha trascorso diciassette anni lavorando nel cinema come assistente al doppiaggio di registi del calibro di Federico Fellini, Luchino Visconti, Lina Wertmuller e molti altri. Nel 1980, quando la sua vita privata va in tilt si trasferisce di nuovo a Manhattan, dove inizia a scrivere e pubblica nove romanzi, l'ultimo dei quali, The Price of Silence, è stato tradotto e pubblicato in Italia nel 2008 con il titolo Il prezzo del silenzio. Dal 1997 Camilla Trinchieri è cittadina statunitense.

Chiara Valerio, La gioia piccola d'esser quasi salvi, 2009, Edizioni Nottetempo

valerioIl libro: Giulia sta con le gambe fuori dalla ringhiera del balcone e perde una scarpa. Marco vede la mamma che si butta come per raccoglierla. Questa prima incomprensibile tragedia ha sui personaggi che la soffrono l'effetto di unirli per sempre rendendoli incapaci di stare insieme: la nonna Agata che dimentica gradualmente i nomi e le cose, la nipote Giulia che viaggia e torna senza saper tornare, Marco che vorrebbe una donna e ne ha un'altra, Leni che passa da una casa all'altra portando i suoi favori. Note biografiche: Chiara Valerio è nata a Scauri nel 1978. Dopo aver conseguito una laurea in matematica, ha ottenuto un dottorato. Oggi vive e lavora a Roma. È redattore di Nuovi Argomenti e di Nazione Indiana e ha già pubblicato A complicare le cose (2003), Fermati un minuto a salutare (2006) e Ognuno sta solo (2007). Per nottetempo ha scritto Nessuna scuola mi consola (nottetempo, 2009) e il romanzo, La gioia piccola di essere quasi salvi (2009).

Patrizia Lisi, Rita Floridia, Nicola Martinelli e Ugo Albano, La dignità nel morire, 2010, Edizioni La Meridiana

dignitavideoIl libro: "Uno Stato che saprà rispettare le scelte di fine vita, sarà più capace di rispettare le tante straordinarie vite che siamo." (Piergiorgio Welby). Oggi, assistere i morenti rappresenta un dovere fondamentale della società civile nei confronti delle persone. Il fenomeno è nuovo perché oggi si muore sempre più spesso in ospedale lontano da casa e dall'affetto dei propri cari. Il malato, così, si trova affidato alle cure di un'istituzione sanitaria, pubblica o privata, che dispone di mezzi e personale specializzato, ma non in grado di compensare la perdita delle relazioni umane. Si muore in stanze d'ospedale impersonali, male e soli. In quella frattura si consumano, infatti, decisioni di straordinaria densità sul fine vita. Note biografiche: Ugo Albano è assistente sociale specialista e giornalista, si occupa presso il S.U.N.A.S. (Sindacato Unitario Nazionale Assistenti Sociali) di libera professione, cooperazione ed enti privati. Autore da anni di diverse pubblicazioni nel campo dei servizi alla persona.

Rita Floridia è assistente sociale specialista, responsabile dell'ufficio servizio sociale dell'Ospedale "Maggiore" di Modica-ASP di Ragusa. E' esperta in progettazione e pianificazione sociale. Segretaria interprovinciale SUNAS Sicilia.

Patrizia Lisi è assistente sociale specialista e cultore di bioetica ed etica sociale. Segretaria Nazionale S.U.N.A.S. (Sindacato Unitario Nazionale Assistenti Sociali) responsabile del comparto Enti Locali e Promozioni Sindacali.

Nicola Martinelli è assistente sociale e filosofo, si occupa di temi eticamente sensibili: testamento biologico, diritti del malato terminale, rapporti tra religione e bioetica.

Patrizia Ciava, Il diritto di vivere, 2009, Edizioni Libreria Croce

ciavaIl libro: Alessandro e Trishia, pur essendo fratelli, non potrebbero essere più diversi. Alessandro non si è mai sentito a suo agio in mezzo agli altri è stato spesso oggetto di scherzi crudeli ed è cresciuto timido, introverso e insicuro. Trishia, al contrario, è sempre stata socievole e spigliata. Sandro trova rifugio nel mondo dell'informatica e il computer diventa il suo miglior amico. A soli ventiquattro anni realizza un software innovativo. Sembra aver finalmente trovato la sua strada ma il successo professionale non basta a sconfiggere il nemico che si porta dentro. Finché accade quello che forse era prevedibile ma che nessuno aveva voluto considerare. A questo punto per la sorella Trishia inizierà un lungo viaggio rincorrendo le ombre del passato. Note biografiche: Patrizia Ciava è nata a Napoli ma è cresciuta tra Spagna, Francia, Belgio e Inghilterra. Ha conseguito la Laurea in Lingue e Letterature moderne, specializzandosi al tempo stesso come interprete parlamentare, professione che ha svolto per alcuni anni prima di decarsi all'insegnamento. Negli ultimi anni, dopo un breve comando presso il Ministero degli Affari Esteri, è entrata a far parte del Gabinetto del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Letizia Moratti, e successivamente del ministro Fabio Mussi. Ora presta servizio presso una "struttura di missione" della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

Arezzo-ingabbiato     LogoPariOpportunita_V3     logo-casa-delle-culture

 

Associazione Nausika
Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 25 visitatori e nessun utente online

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen